Prevenzione – Esami da fare

I controlli regolari salvano la vita

Scoprire un tumore in fase precoce significa aumentare le possibilità di guarigione, con trattamenti efficaci e poco invasivi. Ecco perchè, accanto ad uno stile di vita corretto, è fondamentale la prevenzione secondaria, ovvero sottoporsi con regolarità agli accertamenti prescritti dal proprio medico di fiducia, secondo l’età e la storia personale. L’autopalpazione non sostituisce in alcun modo la visita senologica o l’esame strumentale (ecografia  e mammografia). È importante, infatti, che l’eventuale presenza del cancro venga rilevata ancor prima che sia palpabile. Ogni donna però deve imparare a conoscere il proprio corpo, senza ansie, per individuare eventuali cambiamenti e rivolgersi al medico in caso di segnali insoliti

DAI 25 AI 40 ANNI
Autopalpazione del seno (2-3 giorno dopo ogni ciclo mestruale)
Almeno una volta visita senologica. ecografia mammariae visita ginecologica con almeno una volta ecografia transvaginaleda ripetere secondo il parere del medico di fiducia.
Pap test e HPV DNA test per la prevenzione del tumore al collo dell’utero (ogni 2-3 anni).

DAI 40 AI  50 ANNI
Autopalpazione del seno (2-3 giorni dopo ogni ciclo mestruale)
Visita senologica, mammografia ed ecografia mammaria e visita ginecologica con ecografia transvaginale (ogni 1-2 anni)
Pap test e HPV DNA test per la prevenzione del tumore al collo dell’utero (ogni 2-3 anni).

OLTRE I 50 ANNI
Autopalpazione del seno (una volta al mese)
Visita senologica, mammografia ed ecografia mammaria, visita ginecologica con ecografia transvaginale (ogni anno)
Pap test e HPV DNA test per la prevenzione del tumore al collo dell’utero (ogni 2-3 anni)