Predisposizione

AgoaspiratoAgobiopsiaAutopalpazioneBiopsia mammariaBRCA1 e BRCA2CarcinomaChemioterapiaEcografiaEstrogeniEreditarietàFamiliaritàLinfonodiLinfonodo sentinellaMammografiaMastectomiaMenopausaMetastasiNodulectomiaOrmoniPETPredisposizioneQuadrantectomiaRisonanza Magnetica TC (o TAC)Terapia ormonale sostitutiva (HRT)Tumore benignoRadioterapiaRecidivaRemissioneRicostruzioneScreeningTumore

Si parla anche di suscettibilità. L’analisi della predisposizione genetica si basa sulle informazioni ricavabili dalla costituzione genetica di un individuo, al fine di fornire la stima del rischio di sviluppare una determinata patologia durante il corso della vita. Le differenze tra individui sono costituite per la maggior parte da variazioni, anche piccolissime, nel Dna di ciascuno. Queste variazioni nei geni sono relativamente comuni, ma se associate tra loro, e combinate con specifiche componenti ambientali o stili di vita, possono elevare notevolmente il rischio di sviluppare alcune patologie. Questo rischio non è da intendere in termini assoluti. Si può avere predisposizione o suscettibilità, ma non ammalarsi mai. E’ comunque opportuno controllarsi, ed evitare stili di vita a rischio.