Marina: “Io ho vinto il tumore al seno”

Redazione

Marina è giovane, pratica sport fin da piccola ed è mamma di una bambina di 6 anni.

Nel 2009 ha scoperto un piccolo nodulo al seno durante il periodo di allattamento della sua bambina. Dopo i primi accertamenti, la terribile sentenza: proprio nel momento di massima felicità, la diagnosi è stata carcinoma maligno. Aveva solo 31 anni. Per lei è stato un durissimo colpo, eppure ha saputo reagire con coraggio.

Dopo un primo intervento in quadrantectomia, la tecnica che consente di asportare il tumore senza togliere la mammella, purtroppo è stato necessario eseguirne un secondo. A quel punto è stata eseguita la mastectomia e, contemporaneamente, la ricostruzione tramite protesi. In più Marina ha fatto 4 cicli di chemioterapia, alla quale sono seguite altre terapie per evitare possibili ricadute.
Marina ha affrontato con coraggio e tenacia questo doloroso percorso. Ma non è la sola ad aver dimostrato grande energia e un’incredibile voglia di vivere. Ci sono tante donne che vorrebbero continuare a vivere dopo la malattia e questo non accade perché il tumore è stato scoperto troppo tardi.
“Se non mi fossi accorta subito, perché so cosa significa “prevenzione”, oggi non sarei qui. mi considero fortunata: noi donne siamo le prime a doverci proteggere, facendo regolarmente gli esami di diagnosi precoce.” dice Marina con convinzione.
Da sempre noi della Fondazione Umberto Veronesi siamo impegnati a sconfiggere il tumore al seno finanziando la ricerca scientifica e continuando a diffondere una cultura della prevenzione.

Devi aiutarci anche tu.
Insieme possiamo salvare migliaia di donne. Dona Ora

 

P.S. Marina si sta allenando per correre la maratona di New York a nome di tutte le donne operate di tumore. SCOPRI DI PIU’

Marina_pollici_su

3 + commenti

  • ann van Rossem 27 settembre 2014 - 22:08 Rispondi

    Io mi sono fidata ciecamente dello screening per la prevenzione del tumore al seno,facendo le mammografie…la mia fiducia mi sta costando la mia vita.
    per due volte di seguito la mia,mammografia è stata ignorata malgrado un immagine anomalo,
    non sono stata avvisata,e mi sono sentito dire che se c era qualcosa che non andava mi avrebbero avvisato entro 3 settimane. A posteriori ho scoperto che non esiste nemmeno un referto! Cosi ho perso 4 anni e la mia battaglia contro il,tumore al seno e mi trovo piena di metastasi,grazie a dei miei,colleghi(sono medico) che hanno fatto loro lavoro senza responsabilità e coscienza.
    a me lo screening mi ha distrutto la vita,mi ruba trent anni,di vita. Se curato in tempo (un tumore poco aggressivo e 100% estrogeno recettivo) anche Io avrei potuto vincere il tumore. Quando l ho scoperto da sola 4 anni dopo età troppo tardi.
    mi sento presa,in giro,e mi domando quante donne sono state prese in giro cosi.
    ci sono assassini che vanno in galera,altri che girano con camicie bianca e pretendono rispetto.
    io sto perdendo mia vita,dopo un calvario infinito grazie a questi signori
    quando noi donne siamo invitate con insistenza (giustamente) di fare la prevenzione e lo screening
    bisogna prima garantirci la serietà.non ho dubbi della serietà di certi centri,ma nel mio caso non c era l,ombra e lo pago con la vita

  • Giusy 1 ottobre 2014 - 22:33 Rispondi

    Ciao io mi chiamo Giusy “io ho vinto il tumore al seno ” Nel 2009 ho scoperto un nodulo al seno i primi accertamenti carcinoma maligno . Avevo 39 anni e ‘ stato un brutto colpo all’ inizio non ho reagito bene ma sono riuscita ad affrontare la mia battaglia grazie alle persone xché mi sono state vicine specialmente a mio marito eal mio grande amore mio figlio che aveva 9 anni mi dava tanta coraggio. Ho iniziato a fare chemioterapie x 6 mesi dopo il primo intervento di mastectomia successivamente il secondo intervento con protesi . A oggi sono passati 4 anni e ho vinto il tumore al seno oggi e molto importante la prevenzione perché oggi dal tumore al seno si può’ guarire .

  • Sara 8 ottobre 2014 - 12:09 Rispondi

    Cara Marina, la tua storia mi ha molto coinvolto, anch’io come te ho scoperto di avere un carcinoma quando ero nel pieno della mia gioia di mamma, avevo un cucciolo di 15 mesi ed avevo “solo” 32 anni.

    Ti sono vicino con il cuore, corri questa maratana di NY (città che tra l’altro adoro ) per tutte noi mamme che abbiamo (scusate la presunzione) una marcia in più, LA GIOIA DI VIVERE E SUPERARE GLI OSTACOLI…BACIIII SIAMO CON TE

  • Lascia una risposta