Running team 2015: Nadia Sabatino

Pink2015-18giu-R6-2831 NOME: Nadia
COGNOME: Sabatino
ETA’: 33
CITTA’ DI RESIDENZA: Bulgarograsso (co)
STORIA:

A distanza neanche di un anno dal mio matrimonio, a 31 anni mi è stato diagnosticato il tumore al seno, una sberla a mano aperta. In meno di un mese subisco una mastectomia e poi si parte con le terapie. Mi faceva paura la sola parola… Chemioterapia. E’ stata la parte più dura, sia mentalmente che fisicamente. Appena mi sentivo un po’ in forze andavo a lavoro (sono un’estetista/titolare), e poi finalmente è arrivata la fine, la conclusione di tutto… Cosa posso dire? Ne sono uscita sicuramente più forte e non finirò mai di ringraziare mio marito che è stata la mia miglior distrazione, sempre sorridente e pronto a soddisfare ogni mio desiderio!
COSA TI HA SPINTO A PARTECIPARE A PINK IS GOOD – RUNNING TEAM?
Ho scoperto di questa iniziativa l’anno scorso tramite mio papà, corridore da sempre e da subito mi è sembrato un progett meraviglioso, di grande impatto e ho pensato che sarebbe stato bellissimo entrarne a farne parte. Inizio ad avvicinarmi al gruppo durante gli allenamenti per la staffetta della Milano Marathon e ne rimango letteralmente travolta… dovevo diventare una Pink… dovevo diventare una runner!
UN TUO MESSAGGIO A TUTTE LE DONNE CHE HANNO AVUTO UN TUMORE AL SENO:
Bisogna essere coraggiose, tener duro e aspettare che la tempesta passi, poi torna il sereno… Certo non è un percorso semplice, dobbiamo fare i conti con un seno che non sarà più quello che avevamo prima ma in fondo NOI siamo sempre le stesse… anzi siamo migliori!
OPINIONE SULL’OPERATO DI FONDAZIONE VERONESI NELL’AMBITO DELLA PREVENZIONE CONTRO IL TUMORE AL SENO:
Posso solo ringraziarvi per la dedizione che dimostrate nel dedicarvi alla ricerca e alle campagne di prevenzione.

 

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA A NADIA

 

AIUTA LE PINK RUNNER A RACCOGLIERE FONDI A FAVORE DELLA RICERCA: DONA ORA SU RETE DEL DONO!